Accessibility Links

Select a Language:

  1. English Language
  2. German Language
  3. Dutch Language
  4. French Language
  5. Italian Language
  6. Czech Language
  7. Danish Language
  8. Swedish Language
  9. Croatian Language
  10. Finish Language
  11. Portugal Language
  12. Spanish Language
  13. Norwegian Language
  14. Macedonian Language
  15. Serbian Language
  16. Polish Language
  17. Hungarian Language
Cosmetics

Main Content:

Firma la petizione per dire NO alla produzione e alla commercializzazione in Europa di cosmetici testati su animali

L’11 marzo 2009 la maggior parte dei test su animali per fini cosmetici è stata abolita, grazie a lotte decennali delle associazioni animaliste.

Ma c’è ancora un ostacolo. Infatti è ancora possibile effettuare tre test su animali, cioè tossicità ripetuta, tossico-cinetica e tossicità riproduttiva. Oggi ci troviamo alla stretta finale in vista dell’entrata in vigore del bando totale a questi test e all’importazione da Paesi extra UE di prodotti cosmetici ancora testati su animali anche nei singoli ingredienti, prevista per l’11 marzo 2013.

La Commissione europea in questi mesi sta esaminando la fattibilità del rispetto del bando del 2013, visto che al momento non esistono metodi alternativi validati in grado di sostituire i tre test ancora utilizzati. Alcune valutazioni tecnico-scientifiche hanno già rilevato che non sarà possibile sostituire gli animali prima che siano trascorsi 10 anni.

Se il bando non verrà rispettato, migliaia di conigli, cavie, topi e ratti continueranno in tutto il mondo a essere sottoposti a iniezioni di sostanze da testare, costretti ad ingerire ingredienti cosmetici e uccisi  per la realizzazione di cosmetici destinati al consumo europeo.

Firma la petizione per dire NO alla produzione e alla commercializzazione in Europa di cosmetici testati su animali.

ECEAE ritiene che le valutazioni tecnico-scientifiche, che indicano 10 anni di sperimentazioni su animali come periodo necessario per validare le alternative senza animali, riportino un tempo esageratamente lungo, visto che i test altenativi necessari sono già disponibili.  Sono da tenere in considerazione inoltre le implicazioni etiche contro la sperimentazione animale supportate dalla maggioranza dei cittadini europei.

La Coalizione europea ECEAE, di cui fa parte la LAV, evidenzia inoltre come l’iter di validazione dei test alternativi possa essere accelerato per rispettare il bando e come, senza il limite del divieto previsto nel 2013, rallenterebbe invece la motivazione a implementare le ricerche in quest’area!

Negli anni passati, grazie alle pressioni legislative e all’imminente bando molti test - come quello dell’irritazione cutanea e oculare sui conigli oggi sostituita con metodi più sicuri, pratici ed economici- sono stati velocemente validati.

Il limite posto dalla direttiva è stato, quindi, il motore per l’implementazione dei metodi alternativi in quest’area di sperimentazione e senza di esso migliaia di animali sarebbero stati uccisi per nuovi cosmetici.

Purtroppo, la lobby vivisettoria sta cercando di controllare anche questo campo facendo slittare il bando previsto per il 2013.

La Coalizione ECEAE si sta impegnando al massimo per evitare che ciò avvenga e anche iIl tuo aiuto è fondamentale!
Firma la petizione: dichiara il tuo NO ai cosmetici testati su animali.

Donate today!

Please help our campaign to end animal experiments

Top of the page